Se si vuole iniziare ad addentrarsi nel mondo della divinazione può essere utile sapere come leggere le carte francesi. Queste carte possono essere un ottimo punto di partenza e, soprattutto, un grande aiuto per comprendere a fondo significati di più mazzi di carte.

Le carte francesi nacquero attorno al 1480 e con il passare degli anni arrivarono in Italia e Spagna grazie ai soldati di mare che tornavano dalle guerre. La loro interpretazione non ha subito avuto a che fare con l’arte divinatoria. Ad oggi tutto il panorama delle carte francesi si è ampliato, anche grazie a giochi da tavolo come il poker.

Come sono formate le carte francesi

Per capire come leggere le carte francesi dobbiamo prima comprendere come è fatto il mazzo in questione. Diversamente dai tarocchi – che ne hanno 78 – questo tipo di carte ne ha in totale 54.

Esse sono distribuite secondo la simbologia dei semi di quadri, di fiori, di picche e di cuori. Delle 13 carte presenti in ogni seme esistono i numeri da 1 a 10, la regina, il re ed il fante.

A questo punto ci troveremo confusi, ne sono 52 in totale! No, perché a queste 52 vengono aggiunte 2 carte in più che prendono il nome di “jolly”.

Al nostro scopo i jolly non occorrono, e per questo li elimineremo in fase di analisi e lettura.

Come leggere le carte francesi: la comprensione dei semi

Come esplicato in precedenza, i semi sono quattro ed ognuno di essi ha un significato ben definito. Ma ci occorre capire quale sia.

A questo scopo illustreremo di seguito cosa rappresenta ognuno di questi, cercando di comprendere a fondo i lati positivi e negativi di ogni seme.

  • Quadri: è il seme che mostra gli aspetti che più possono concretizzarsi della vita come un eventuali successi o risvolti positivi. Gli aspetti positivi delle carte che hanno questo seme possono riguardare il lato materiale. Esse vedono con razionalità e sincerità gli sviluppi dei rapporti affettivi;
  • Fiori: è un seme che riguarda in primis la sfera emozionale. Nei lati positivi può denotare spirito di intraprendenza, iniziativa e buona fortuna, mentre per quelli negativi tensioni e conflitti interiori. Esse possono indicare un cambiamento positivo all’orizzonte ed il coraggio di sapere osare in determinate scelte. Per trarne un pericolo, bisogna leggere il seme abbinato alle altre carte;
  • Picche: come nella vita, le carte con questo seme vogliono dare un “avvertimento”. Questo indica le situazioni scomode, e come tutte le carte deve essere valutato anche con i simboli ad esso accostati;
  • Cuori: questo seme ruota intorno all’universo materiale del consultante. Tutto ciò che può esserci di positivo nei sentimenti è rappresentato dai cuori: passione, inquietudine e felicità, accostati al piacere affettivo di una data relazione. Negativamente queste carte possono mostrare smarrimento amoroso, disperazione e solitudine.

Metodi per la lettura delle carte francesi

Per iniziare a praticare la lettura, come già accennato, è opportuno eliminare dal mazzo i due jolly.

Esistono essenzialmente 2 metodi per la lettura divinatoria delle carte francesi: vediamo di seguito quali sono.

Metodo delle 5 carte

Forse il più facile nel mondo delle letture esoterico-divinatorie. Esso consiste nell’estrazione di 5 carte dopo aver effettuato un corretto mescolamento del mazzo.

La lettura avviene da destra a sinistra.

Una volta estratte, le prime potranno essere lette come avvenimenti passati, mentre le successive come quelli prossimi. Questo è un metodo di lettura che aiuta il consultante nella comprensione di ciò che potrebbe avvenire e quindi valutare diverse soluzioni.

Metodo delle 15 carte

Di sicuro più complesso rispetto al precedente, questo metodo richiede l’estrazione e lettura divinatoria di 15 carte. È forse quello più completo, data la possibilità di carpire più aspetti ed entrare nell’esigenza vera e propria del cliente.

Saranno 15 le carte estratte in questa metodologia di lettura. Una volta estratte, potranno essere disposte in 5 mazzetti da 3 carte l’una, che verranno letti in questo modo:

Le prime 5 carte daranno una visione di un passato recente del consultante; il secondo mazzetto darà informazioni sul lato sentimentale/emotivo; delle relazioni sociali di chi richiede il consulto ne verrà data informazione dal terzo mazzetto; le successive 5 carte daranno un quadro delle aspirazioni del consultante; l’ultimo mazzetto aiuterà a comprendere quelli precedenti e svelerà le prossime novità.

Ovviamente ogni carta non è una sentenza. Tra le altre caratteristiche di questo tipo di lettura che riguarda le carte francesi si deve tenere anche conto di altre variabili:

Una maggioranza di semi dello stesso colore essi tenderanno a rivelare un significato diverso. Ad esempio, nel caso di quadri e cuori che rappresentano una forza positiva. Diversamente, una prevalenza di colore nero può stare a significare un imminente pericolo o segno negativo.

Nel caso, invece, di una maggioranza di carte dello stesso seme, esse daranno modo di analizzare una specifica situazione. Semi discordanti, invece, aprono a nuove finestre per le risposte alle domande del consultante.